24.10.20

Vivere in Svizzera #3: traslocare dall'Italia alla Svizzera

Premessa su cui siamo d'accordo tutti: il trasloco è una delle cose più tremende che esistano.
Pensate quindi cosa vuol dire traslocare dall'Italia in Svizzera...un solo pensiero: la dogana svizzera! 
E cosa viene subito dopo "dogana svizzera"? Ve lo dico io: regole, regole ed ancora regole.
Ebbene sì, anche qui ci sono delle regole da rispettare.
Di seguito i miei consigli per vivere un trasloco internazionale, da un Paese dell'Unione Europea ad un Paese fuori dall'Unione Europea (quasi) senza traumi.
Faccio presente che questi consigli riguardano solo le persone che hanno già ottenuto un contratto di lavoro e possiedono il permesso di soggiorno di tipo B.


PRIMA FASE

Identificate delle ditte di traslochi che abbiano già esperienza sui traslochi Italia - Svizzera proprio per non avere sorprese.
Le informazioni importanti, al fine di ottenere un preventivo realistico e di trovare la giusta ditta per voi, sono le seguenti:
  1. chiedere se hanno una certa esperienza di traslochi tra Italia e Svizzera
  2. chiedere un sopralluogo presso la vostra abitazione (o una videochiamata data la pandemia) affinché vedano quanti mobili ci sono
  3. informarli più o meno di quanti scatoloni ci saranno (pensavo che i miei sarebbero stati 40 ed invece alla fine erano 75...per fortuna il prezzo finale non è cambiato perché il camion era sempre lo stesso)
  4. farvi raccontare nei dettagli cosa dovete fare (documentazione, ecc..)
  5. informarli su dove andrete a vivere (è importante dire il paesino o la città specifica perché ogni cantone o paesino ha le sue regole anche nel parcheggiare il camion fuori dalla vostra nuova casa...)
  6. chiedere se vi danno assistenza nella burocrazia da espletare
Io, dopo il preventivo e le recensioni lette nonché impressioni personali parlando con la persona della ditta che mi ha dato informazioni a riguardo, ho scelto la ditta di traslochi King Logistics di Novate Milanese con cui mi sono trovata benissimo. Il mio trasloco era da Milano a (vicino) Zurigo.


SECONDA FASE

Per traslocare in Svizzera avete bisogno che tutto sia messo dentro a degli scatoloni.
Avete bisogno poi di un bel po' di rotoli di scotch da pacchi per chiuderli, il dispenser per applicare lo scotch più facilmente e almeno due rotoloni di pluriball per avvolgere gli oggetti più fragili.
Li trovate in qualsiasi Leroy Merlin o OBI della vostra zona.
Vi consiglio di prendere gli scatoloni di due misure del tipo 40x40x60 per vestiti, cose da cucina, cose più leggere, ecc 
E di prenderli di una misura inferiore per inscatolare i libri e cose più pesanti altrimenti vi rompete la schiena per sollevarli.
Incominciate a farli a partire da un mese prima del trasloco se siete da soli (io mi trovavo da sola perché mio marito era già in Svizzera) perché farne un po' al giorno vi stancherà di meno e avrete la possibilità, con tutta calma, di eliminare le cose che non vi volete portare.
Alla fine del trasloco ho buttato/donato via un sacco di cose che mi avrebbero riempito almeno 4 scatoloni. Per questo motivo vi consiglio di inscatolare tutto da soli e non affidarvi anche per questo alla ditta. Anche perché dovrete pagare anche questo servizio altrimenti, sia chiaro...
Numerate ogni scatolone scrivendo il numero sui quattro lati e aggiungete la scritta "fragile" negli scatoloni con oggetti che potrebbero rompersi.
E' indispensabile poi fare una lista, che io ho fatto in excel come vedete dalla foto sotto, con l'elenco di tutti gli scatoloni e il loro contenuto. E' richiesta dalla dogana svizzera che vuole sapere cosa c'è in ogni scatolone per fare eventualmente dei controlli. Se non la fate, rischiate che vi rimandino indietro il camion perché non vi fanno passare o che aprano, uno ad uno, tutti gli scatoloni.
Dovete poi stampare questa lista e consegnarla ai traslocatori che andranno in dogana.
Cercate inoltre di non inscatolare grandi quantità di alimenti o alcol perché ci sono delle regole anche in questo caso come potete vedere QUI. Sempre nella stessa pagina potete vedere le regole su elettronica, gioielli, ecc...
Per quanto riguarda il cibo, negli ultimi due mesi prima del trasloco, ho praticamente comprato solo roba fresca e consumato tutto quello che avevo in casa. Ho portato con me poco o niente.

Ecco la situazione di casa mia verso la fine del trasloco. Non pensi mai di avere così tanta roba.



Ecco una parte dell'elenco in excel del contenuto dei miei scatoloni da consegnare alla dogana.




TERZA FASE

Dovete recuperare la documentazione.
Nel mio caso, poiché mio marito aveva già ottenuto un contratto di lavoro e di affitto, ho inoltrato i suoi documenti.

Ecco ciò che dovrete inoltrare alla ditta di traslochi:

  • copia del passaporto
  • copia del tesserino del codice fiscale
  • copia del contratto di affitto (potete annerire gli importi)
  • copia del contratto di lavoro (potete annerire gli importi)
  • copia del permesso di soggiorno di tipo B
  • copia dell'iscrizione all'AIRE o copia della richiesta di iscrizione (ci impiegano sempre un bel po')
  • il formulario 18.44 (lo trovate QUI) da compilare (è tutto in tedesco quindi tenete aperto google translate) da anticipare via mail alla ditta di traslochi. Questo modulo poi verrà mandato in dogana che controllerà in anticipo se è stato compilato nel modo corretto. Una volta ricevuto il semaforo verde, dovrete stamparne 3 copie e firmarle tutte e tre con una penna blu. Non fate firme digitali, la dogana vuole vedere l'inchiostro. Il giorno del trasloco consegnate le tre copie ai traslocatori.
  • una fattura proforma (vedi foto) Compilate tutto tranne il numero di colli e il peso in KG. A quello ci penseranno i vostri traslocatori man mano che caricano tutto sul camion. Perché è importante sapere quanto pesa la vostra roba? Perché, se in dogana pesano il camion con la vostra roba e il peso non corrisponde a quello dichiarato nel proforma, vi rimandano indietro..


QUARTA FASE

Ci siamo. Ho inscatolato tutto e i mobili sono vuoti.
I traslocatori sono arrivati prestissimo alla mattina e hanno impiegato tutto il giorno o quasi per svuotare la casa.
Nel mio caso, verso le 17:00 avevano finito di fare tutto. Mi sono seduta in mezzo alla casa vuota, ho chiuso gli occhi e assaporato i ricordi vissuti in quella casa con tanta gratitudine.
Il giorno dopo ho preso un treno da Milano Centrale per Zurigo. Verso le 16:00 sarebbero arrivati i traslocatori nella mia nuova casa.
Focalizziamoci ora su quello che hanno fatto i traslocatori.
Dopo aver lasciato la  mia vecchia casa si sono recati in ditta per pesare il camion con sopra tutte le mie cose. Avendo già il peso del camion, hanno potuto calcolare il peso netto delle mie cose da indicare nella fattura pro-forma nella foto di cui sopra.
Fate conto che esistono regole precise anche per il peso delle cose che vi portate in Svizzera tipo la seguente:

"Sovraccarico:
Vogliate prestare attenzione affinché i veicoli che trasportano le masserizie di trasloco rispettino il peso del carico autorizzato secondo la licenza di circolazione. In caso di sovraccarico gli uffici doganali non lasceranno proseguire il trasporto."

In sostanza, in base al modello di camion (non alla capienza), esiste un massimo peso che esso può trasportare. Se ti fanno un controllo e sbagli, il camion deve tornare indietro. Conviene anche alle ditte di trasloco non commettere errori...
Tornando a noi. La mattina dopo il camion parte per la Svizzera e arriva in dogana (aperta per questo tipo di cose solo in un orario preciso durante la giornata). 
I traslocatori vengono fermati e devono portare le tre copie del formulario 18.44 nei tre uffici doganali preposti. Se per tutti e tre gli uffici sei "a posto", puoi finalmente ripartire tranquillo.
Alla fine della fiera, rimangono fermi in dogana circa 3 ore.


QUINTA E ULTIMA FASE

Verso le 16:00 vengono a casa mia per scaricare tutti gli scatoloni e i mobili.
Inizialmente era previsto che ritornassero il giorno dopo per montarli ma avendo 4 mobili in croce si sono messi a montarli subito e hanno finito intorno alle 21:00.

Ecco la storia del mio trasloco.  Ed ora posso cominciare la mia nuova vita svizzera...



Se avete domande, scrivetemi pure nei commenti.
Alla prossima!

Nessun commento :

Posta un commento

Grazie per il commento! Scrivi pure il link del tuo blog se ne hai uno e, se ti va, iscriviti tra le mie lettrici per aiutarmi a crescere! :)