26.1.13

Profitti su Amazon e consigli su come utilizzare i centesimi

Se qualcuno ha letto uno dei miei post (tipo questo ), sa che vendo vecchi libri su Amazon.
In questo post, vorrei illustrarvi come tengo la "contabilità" delle vendite per rendermi conto di quanto effettivamente ho guadagnato.
Io utilizzo una piccola Moleskine dell'anno scorso nella parte dedicata alle "notes".
Vi ho tracciato delle linee per fare una tabella a 3 colonne:
  • nella 1 colonna intitolata "Amazon (lordo)" ho messo i versamenti da parte di Amazon sul mio conto corrente ovvero ciò che ho guadagnato al netto delle commissioni che sono state trattenute. E sommo l'ultimo versamento al totale dei versamenti precedenti.
  • nella 2 colonna intitolata "Spese" ho scritto le spese postali che affronto quando spedisco un libro (la tariffa che utilizzo è la "piego di libri raccomandata" di 3,63 euro). E sommo l'ultima spesa al totale delle spese postali precedenti.
  • nella 3 e ultima colonna intitolata "Attivo" vi è il risultato della sottrazione tra "Amazon lordo" e "Spese" in cui mi rendo conto effettivamente di quanto mi è entrato in saccoccia.
 Per farvi capire, da quando ho incominciato nel giugno 2012 a vendere libri, ho guadagnato effettivamente 354,95 euro ( foto scattata a metà dicembre, ora sono intorno ai 440 euro).
E' un bel gruzzoletto, non è vero? :)





Ora vorrei parlarvi di un comune problema : l'accumularsi di 1 e 2 centesimi.
Io li metto in una bella scatolina di latta che ho comprato alla Feltrinelli con il 70% di sconto durante i saldi.
La tengo a portata di mano nel cassetto della scrivania e quindi ricordo di utilizzare più spesso, in questa maniera l'ho svuotata quasi della metà. In fondo sono sempre soldi!






Sperando che prima o poi l'Unione Europea li tolga dal mercato ecco un pò di idee su come utilizzarli:
  • come sapete la tariffa che uso per spedire è 3,63 euro quindi vado sempre in posta con un portamonete in cui ce li ho già contati. Molto spesso in questa combinazione: 2 euro+ 1euro+ 50 cent+ 5 monete da 2 centesimi + 3 monete da 3 centesimi. Non pensate che facciate la figura da morte di fame, anzi. In posta ti ringraziano quasi sempre perchè la gente paga sempre in "pezzi grossi" e a loro il resto in moneta serve come il pane! E farete ancora più felici le cassiere del supermercato!
  • quando devo andare a Milano devo prendere due biglietti da 4,55 euro e quindi so già che spenderò 9,10 euro. I 10 centesimi glieli do allegramente in monete da 1 centesimo :D.
  • In generale, se dovete comprare una sola cosa che ha un prezzo che già conoscete, preparatevi un portamonete da portare con voi quel giorno in cui avete le monete già contate.
  • Quando vi serve un francobollo per spedire una lettera, sappiate che costa 60 centesimi. Andate con i soldi già contati!
  • se proprio ne avete taaaanti, potete andare in banca e cambiarli!
E voi come li utilizzate?

Lo sapete che in Italia ci sono circa 145 milioni di euro in monetine da 1 e 2 centesimi che marciscono nei cassetti o nei barattoli e quindi non entrano in circolo nell'economia?
 Lo sapete che in paesi come Norvegia e Olanda hanno fatto un decreto in cui non devono esserci prezzi con i centesimi ( a parte il 5 centesimi) per diminuirne la circolazione e per man mano ritirarli dal mercato per sostituirli con pezzi più grandi?
Sembrano cose stupide ma, in un momento come questo, 145 milioni di euro nei cassetti degli italiani sono davvero tanti!

1 commento :

  1. facevo lo stesso su ebay e tutti i siti in cui vendo, ma poi ho smesso.
    NON butto più i campioncini li conservo x te (tranne black fluide di lady gaga è buonissimo e lo uso! =))

    RispondiElimina

Grazie per il commento! Scrivi pure il link del tuo blog se ne hai uno e, se ti va, iscriviti tra le mie lettrici per aiutarmi a crescere! :)